Il formato di cotto dalla migliore resa nella fornace e quindi dalla maggiore resistenza è il mattone, un prodotto utilizzato principalmente per la costruzione di muri, ma impiegato, in tempi non più recenti, anche per la pavimentazione.

Pronto a sostenere qualunque tipo di carico, il cotto fatto a mano e cotto a legna nel formato mattone veniva originariamente applicato in orizzontale o anche di traverso (posato di traverso aveva una maggiore capacità di resistenza); successivamente, rendendosi l’uomo conto che l’impiego di mattoni era e sarebbe stato un enorme spreco di materiale, decise di tagliare lo stesso in parti uguali, da qui la mezzana, il formato maggiormente impiegato per i pavimenti in cotto.

Esiste una seconda tipologia di uso molto comune, si tratta delle mattonelle in cotto nel formato quadrato. Un prodotto che venne utilizzato, nel corso della storia per tutti quelli edifici di lusso (sale con statue, abitazioni affrescate ecc.) che avessero voluto presentare un formato uguale a quello della pietra senza acquistare un materiale così costoso e difficile da reperire.
Tuttavia tale formato ha sempre presentato il problema non trascurabile della fragilità e quindi della facile rottura, per cui in misura preventiva venivano originariamente realizzate mattonelle 10×10 cm.
A partire dall’impiego del 10×10 cm, nel XIX secolo troviamo già nelle abitazioni il 20×20 cm, fino ad arrivare a formati più grandi di difficile realizzazione come il 50×50 cm.

In conclusione, non esiste un formato migliore di cotto fatto a mano e cotto a legna , ma più formati che si adattano e si prestano alle esigenze degli ambienti in cui vengono applicati.
La nostra azienda produce qualunque tipologia di cotto fatto a mano e cotto a legna anche richiesti su misura.
Qui alcune idee:

– Cotto mezzana
Cotto quadrato