Il Cotto fatto a mano e cotto a legna è un prodotto straordinario nella sua semplicità: nato dalla combinazione di due componenti elementari quali acqua ed argilla, si distingue per essere un materiale prestigioso e di alta qualità.

Una particolare tipologia di cotto è il Cotto fatto a mano e cotto a legna Tradizionale, la cui realizzazione si sviluppa a partire da uno studio approfondito di maestri artigiani che, poggiando l’impasto argilloso su un fondo di sabbia ed inserendolo all’interno di stampi in legno, vanno a creare le classiche forme delle mattonelle. Quest’ultime vengono sottoposte ad un’essiccazione totalmente naturale di venti giorni con la messa in cottura all’interno di forni a legna che, portati ad altissime temperature, regalano al prodotto finale le sue caratteristiche sfumature cromatiche. Il cotto Tradizionale, essendo un materiale completamente artigianale e presentato come un insieme di pezzi unici, è tale da essere paragonato ad un’opera d’arte irripetibile.

 

Una variante più originale del cotto è il Cotto fatto a mano e cotto a legna Cenere, il quale nasce da un’antica tecnica Etrusca che, a differenza di quella utilizzata per il cotto fatto a mano e cotto a legna Tradizionale, prevede l’impasto di acqua e argilla poggiato su uno strato di cenere. Questo particolare procedimento fa si che la cenere faccia da strato separatore e non permetta di far “incollare” l’impasto allo stampo in legno. La mattonella in cotto ottenuta viene successivamente posata dal lato “a distacco” sulla cenere: a contatto con l’acqua dell’impasto,  avviene una reazione che porta alla formazione di un acido. La parte superiore della mattonella, invece, viene lavorata manualmente da mani sapienti, che con la pressione dei palmi livellano la superficie. La cenere è dunque la protagonista della nascita delle magnifiche tonalità di questa tipologia di cotto, e costituisce  un ingrediente per lo sbiancamento naturale esattamente come avveniva nell’antichità per la pulizia finale di panni, vestiti, etc. Il Cotto Cenere come il Cotto Tradizionale viene lasciato essiccare per venti giorni e poi cotto rigorosamente nel forno a legna che regala al prodotto finale resistenza, compattezza ed elasticità.

 

La differenza principale tra il Cotto Tradizionale e il Cotto Cenere consiste nell’elaborazione del prodotto: il primo viene poggiato su un fondo sabbioso mentre il secondo su un fondale di cenere. Queste due tipologie di lavorazione donano alle mattonelle in cotto diverse tonalità: il Cotto Cenere ha una colorazione più tenue e aranciata mentre il Cotto Tradizionale ha un aspetto più intenso dovuto alle sfumature rossastre.