• Posted In: Glossario


  • Partecipante
    #7260

    Scheda Prodotto

    (in ottemperanza a quanto disposto dal D.Lgs. 6 Settembre 2005, n°206 e dal D.M. n°101 del 8/2/1997)

    Prodotto

    ▪ Denominazione merceologica del prodotto: la presente Scheda Prodotto e relativa ai seguenti Prodotti:

    Elementi in cotto fatti a mano per pavimentazione.

    ▪ Descrizione del Prodotto:

    – Elementi in cotto con spessore inferiore a 3 cm, realizzati a mano e ottenuti dal processo di cottura a legna della argilla.

    – Gli elementi possono essere di varie forme: quadrati, rettangolari, esagonali, elementi con dimensioni e/o forme speciali.

    – Gli elementi sono forniti privi di trattamento superficiale e pertanto dopo la posa si consiglia di sottoporre la superficie ad adeguato trattamento.

    Su richiesta possono essere forniti anche con superficie spazzolata oppure spazzolata e cerata.

    – Prodotto non gelivo: il cotto fatto a mano, detto anche “cotto a pasta molle”, e un tipo di cotto pressato con le mani e per questo motivo, dopo

    diversi cicli gelo/disgelo, potrebbe iniziare a formare piccoli crateri e fenditure sulla superficie.

    – Prodotto realizzato in Bangladesh.

    Corrispondenza tra Campione e Fornitura

    ▪ Il cotto e un materiale naturale, ottenuto dalla lavorazione della argilla e caratterizzato da differenze cromatiche e di tonalita, che rendono tutti

    gli elementi tra loro differenti.

    ▪Queste caratteristiche, riconducibili alla naturale variabilita del prodotto, possono trasferirsi anche sulle trattamento superficiale in termini di

    diverso assorbimento dei prodotti applicati da parte del cotto.

    ▪ Per tutti questi motivi, pertanto, la corrispondenza fra la fornitura ed il campione di riferimento visionato e da ritenersi soltanto indicativa. In altri

    termini non e possibile ottenere dei pavimenti identici ai campioni visionati perche ogni elemento e unico e diverso dagli altri elementi.

    ▪ Tutto quanto detto vale anche qualora si debba provvedere alla sostituzioni di elementi, eventualmente danneggiati.

    I nuovi elementi, appena posati, avranno un diverso aspetto, nonche colorazione, rispetto al resto della pavimentazione.

    Stoccaggio del Prodotto

    ▪ Il Prodotto deve essere conservato nell’imballo fornito da Maro Cristiani srl: casse o pallet.

    Posa in opera

    Premesso che la posa in opera deve essere svolta nel rispetto di tutte le norme vigenti e della regola d’arte e importante porre l’attenzione su

    alcuni importanti aspetti che devono necessariamente essere rispettati:

    – Posa incollata.

    – Pendenze (per i pavimenti all’esterno): non essendo un prodotto antigelivo e di fondamentale importanza garantire una adeguata pendenza al

    fine di evitare il ristagno dell’acqua sopra la pavimentazione che puo essere causa di possibili inconvenienti, quali:

    1) l’acqua che ristagna, gelando, puo provocare rischio di scivolamento oltre che possibili sfogliamenti in scaglie orizzontali;

    2) i ristagni d’acqua possono favorire lo sviluppo di organismi (funghi, licheni, etc.) i quali, come il ghiaccio, rendono la superficie scivolosa.

    – Giunti di dilatazione: devono ricavarsi almeno ogni 4 metri lineari di pavimento su tutto lo spessore : struttura della costruzione, massetto e

    pavimentazione al fine di compensare le naturali variazioni dimensionali che possono manifestarsi nel tempo.

    – Giunti perimetrali (per i pavimenti all’interno): devono essere ricavati perimetralmente, lungo le pareti. Anch’essi consentono di compensare

    variazioni dimensionali che si possono manifestare nel tempo.

    Trattamento del cotto con cera d’api o olio di lino puro crudo

    Il trattamento del pavimento in cotto e sempre consigliato sia in ambienti interni che all’esterno.

    In questo punto della Scheda Prodotto si forniscono alcune utili indicazioni sulle modalita di realizzazione.

    Dopo che il pavimento e stato posato, attendere che il legante utilizzato (colla o cemento) del massetto abbia concluso il suo ciclo di

    indurimento in modo da non emettere umidita.

    A questo punto, prima di stuccare con sabbia e cemento, applicare una mano di cera oppure di olio di lino puro crudo.

    L’olio e indicato nel caso in cui si voglia scurire il tono del pavimento mentre la cera e indicata per lasciare il colore invariato.

    Dopo che il cemento e la sabbia sono induriti (circa 5/7 gg.) lavare con acqua ed acido muriatico o cloridrico diluito in acqua dal 10% al 30% e

    poi risciacquare bene con acqua pura.

    Inoltre l’olio e indicato per il trattamento di pavimenti posati sia all’interno che all’esterno mentre la cera d’api deve essere utilizzata per

    trattamenti di pavimenti interni.

    Dopo circa 7-15 gg. (il tempo varia in base alle condizioni atmosferiche) quando il pavimento e ben asciutto, proseguire con il trattamento

    iniziato prima della stuccatura ( cera oppure di olio di lino puro crudo).

    Applicare minimo 2 mani di olio o di cera d’api. Tuttavia, in funzione del grado di assorbimento del prodotto e/o del grado di copertura della

    superficie della pavimentazione, potrebbe essere necessario effettuare anche fino a 4/5 applicazioni.

    Dopo ogni applicazione attendere che il pavimento sia ben asciutto prima di procedere con l’applicazione successiva.

    In funzione del calpestio il trattamento puo essere ripetuto dopo circa 1 anno.

    Successivamente il trattamento si cristallizza e pertanto puo essere fatto con minor frequenza.

    Maro Cristiani srl dispone di una gamma completa di cera d’api, sia solida che liquida, nonche di olio di lino puro crudo

    Informazioni sulla Manutenzione

    Per la normale pulizia usare detergenti neutri o lavare semplicemente con acqua.

    Periodicamente a seconda della entita dell’usura, effettuare trattamento con c’era d’api o olio di lino puro crudo.

    Verifiche, Reclami e Responsabilità Contrattuali

    ▪ In caso di difetti evidenti del Prodotto, non si accettano reclami, se gia posato. L’ utilizzo e/o l’eliminazione del Prodotto costituiscono

    accettazione dello stesso e riconoscimento della corrispondenza a quanto concordato.

    ▪ Qualora eventuali difetti si evidenziassero durante la posa in opera, questa dovra essere sospesa e la segnalazione dovra essere comunicata,

    per iscritto, entro 8 giorni dalla scoperta, pena il decadimento della garanzia.

    ▪ Qualora eventuali difetti si evidenziassero successivamente alla posa in opera, la segnalazione dovra essere comunicata, per iscritto, entro 8

    giorni dalla scoperta, pena il decadimento della garanzia.

     

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.